Glaucoma

Glaucoma

Il Glaucoma 
Il glaucoma e' una malattia dell'occhio che progressivamente

 porta ad una perdita irreversibile della vista. Spesso il glaucoma non da' sintomi e puo' portare ad una perdita completa della vista. Senza un adeguato trattamento il glaucoma porta alla cecita'. Tuttavia con controlli oculistici regolari, diagnosi precoce ed un corretto trattamento la malattia può essere fermata. Utilizzato termini molto semplici il glaucoma è una malattia del nervo ottico e cioè di quel nervo che porta la vista dall'occhio al cervello. Questo è un piccolo tubo nel quale sono presente molti "fili" ciascuno deputato a trasmettere una piccola porzione di vista. Con il glaucoma, questi fili tendono progressivamente a morire determinando così la progressiva formazione di zone di non visione irreversibili, che progredendo portano alla totale cecità. Il sistema visivo ha delle grosse riserve, pertanto nelle fasi iniziali ed intermedie della malattia le zone di non visione vengono compensate da quelle sane. Solo negli stadi più avanzati questo compenso non è più possibile ed il paziente inizia a percepire il problema. 
Tipi di glaucoma 
Esistono diversi tipi di glaucoma. I due principali sono quello ad angolo aperto e quello ad angolo stretto (o chiuso). Sono entrambi caratterizzati da un aumento della pressione intraoculare (IOP).

Glaucoma ad angolo aperto 
E' il tipo più frequente di glaucoma e si manifesta quando i canali di deflusso oculari diventano meno permeabili nel tempo.E' la forma più frequente di glaucoma, ed è quella che prevalentemente interessa la popolazione più anziana. Ne sono affette 2 persone su 100. Rispetto alle altre 2 forme (glaucoma congenito e glaucoma ad angolo stretto) che sono strettamente condizionate da pressione oculare molto alta dovuta ad un blocco dello scarico, la forma ad angolo aperto è maggiormente legata a molteplici fattori di rischio (un aumento della pressione dell'occhio, la cornea sottile, l'età avanzata, la presenza di famigliari diretti con il glaucoma, la razza nera, la pressione del sangue molto bassa, la miopia). In questa forma, infatti, il glaucoma può prodursi con qualsiasi valore di pressione oculare, in relazione alla presenza di altri fattori di rischio. Se a causa di questi altri fattori, il nervo ottico è particolarmente "debole", può iniziare a soffrire anche con pressioni oculari normali che sono in genere ben tollerate. Il glaucoma ad angolo aperto non ha sintomi. Il paziente si accorge del problema solo quando il danno è così avanzato da provocare un problema visivo, che a questo punto è ormai irreversibile.Il principale fattore di rischio per il glaucoma ad angolo aperto è l'aumento della pressione intraoculare. 
L'aumento della pressione intraoculare, comprimendo le fibre del nervo ottico, ne accelera la perdita con conseguente danno al campo visivo. 
Glaucoma ad angolo stretto 
E' l'unico tipo di glaucoma sintomatico anche nel fasi iniziali e se diagnosticato prececemente può essere curato.E' una forma che interessa l'adulto. Circa 1 persona ogni 150 ne è affetta. La causa è una zona di scarico ristretta che in taluni momenti può improvvisamente chiudersi impedendo il normale scarico dell'umore acqueo e determinando pertanto un rapidissimo rialzo della pressione dell'occhio. Se il rialzo è particolarmente elevato (come più frequentemente accade) si parla di attacco di glaucoma acuto . Il paziente ha un fortissimo dolore all'occhio con anche nausea e vomito, l'occhio è molto rosso e la vista è ridotta. In altri casi, dove il rialzo della pressione è inferiore, può essere presente solo un lieve dolore profondo all'occhio, con un temporaneo annebbiamento visivo.L'attacco acuto di glaucoma è un'emergenza oculistica e se non trattato correttamente può lasciare esiti per tutta la vita. L'iridotomia Yag Laser è il trattamento di elezione per l'angolo stretto: un a volta effettuato può risolvere definitivamente la presdisposizione al glaucoma acuto. 
Glaucoma Congenito 
E' una forma che interessa i neonati o i bambini piccoli. E' raro perché avviene in circa 1 caso su 30.000 nati. Può essere ereditario e la causa è una malformazione della zona di scarico dell'occhio, che impedendo la normale fuoriuscita del liquido interno (umore acqueo) determina un marcato rialzo della pressione oculare. Il bambino ha fastidio agli occhi e li strofina di frequente, non sopporta la luce e lacrima molto. L'occhio sarà più grande del normale e, nei casi più gravi, sarà opaco Il glaucoma congenito richiede una gestione immediata dopo la diagnosi e la terapia è quasi sempre chirurgica 
Può essere associato a sindromi congenite. 
Glaucoma a pressione normale 
Il glaucoma è solitamente associato a ipertensione oculare: tuttavia una buona percentuale di glaucomi non manifesta mai ipertono. 
Nel glaucoma a pressione normale il nervo ottico presenta dei difetti anatomici e funzionali anche con pressioni mai riscontrate elevate. In generale una pressione oculare viene considerata normale tra i 10 e i 21 mmHg, e solitamente il difetto nel glaucoma a tensione normale si manifesta con toni anche di 10-12 mmHg; bisogna ricordare che circa il 30% di tutti i glaucomi non ha mai avuto pressioni superiori a 21 mmHg. Questa patologia entra in diagnosi differenziale con altre patologie oculari, soprattutto neuroftalmologiche. La terapia consiste nella riduzione della IOP a valori molto bassi. Il glaucoma a tensione normale evolve molto lentamente ma tuttavia la progressione può essere continua anche con valori pressori molto bassi. 
La presenza di emorragiole della papilla ottica è spesso caratteristica di progressione della patologia.